Gli astronomi hanno ottenuto una visione eccezionale delle galassie distanti – osservate come erano quando l’Universo era a circa metà dell’età corrente – combinando i dati provenienti dal telescopio spaziale Hubble e dal Very Large Telescope. Sfogliando questo peculiare “libro di storia” dell’Universo stesso, risalendo a momenti in cui la Terra e il Sole non esistevano neppure, gli scienziati sperano di poter far luce sulla modalità di formazione delle galassie nel remoto passato…

Alla scoperta di galassie lontane...

Alla scoperta di galassie lontane...

Credits Immagine: ESO

Per diversi decenni, le galassie lontane, che emettevano luce circa sei miliardi di anni fa, erano non più che minuscoli puntini nella volta celeste. Con il lancio di Hubble, nei primi anni ’90, gli astronomi furono finalmente in grado di investigare la struttura delle galassie lontane per la prima volta con un certo dettaglio. Come utile complemento a tali informazioni dallo spazio, sotto i superbi cieli stellati del Paranal, lo spettrografo FLAMES del VLT, capace di ottenere simultaneamente diversi spettri da piccole aree – è ora in grado di risolvere il moto del gas nelle galassie remote….

/ 5
Grazie per aver votato!

 232 letture su Stardust,  2 oggi