Un arcobaleno può sorridere? Sembra proprio di sì. Nel dettaglio, si chiama arco circumzenitale perché si crea in cielo sopra la nostra verticale, in prossimità dello zenit.

Crediti & Copyright: Marcella Giulia Pace

Questo bell’esempio di un alone ghiacciato (la sua formazione è infatti dovuta alla rifrazione della luce su piccoli cristalli di ghiaccio) è stato catturato da Marcella Giulia Pace al di sopra di una palma, a Ragusa (in Sicilia) il 24 febbraio di quest’anno. A volte viene chiamato “arcobaleno che sorride” perché i suoi colori sono invertiti rispetto ai comuni arcobaleni dei quali abbiamo certamente maggiore esperienza.

Interessante notare che questo fenomeno si vede raramente, perché raramente, ormai, ci capita di guardare davvero in alto. Eppure i suoi colori sono vividi ed accesi, spesso ben più di quelli dei tradizionali arcobaleni.

Magari a volte un arco circumzenitale splende sopra la nostra testa e noi non ce ne accorgiamo, intenti a guardare in basso sotto il peso dei nostri pensieri stagnanti, oppure con lo sguardo fisso a leggere quelle notizie sul cellulare che più di altre ci confermano nell’idea pigra che la vita è pesante ed accadono solo cose brutte e niente è veramente attraente, ormai (nemmeno quel che accade nel cielo, e chi ci pensa mai).

Magari accade questo ed altro, ma noi non ce ne accorgiamo.

/ 5
Grazie per aver votato!

 754 letture su Stardust,  4 oggi