Una bellissima palla di stelle senza alcuna controparte nella nostra pur enorme Via Lattea! Ciò è piuttosto sorprendente, in fondo l’immagine dell’ammasso stellare NGC 1850 sembra somigliare in tutto e per tutto ai tanti antichi ammassi globulari che ci sono nella Galassia.

L’ammasso stellare NGC 1850, nella Grande Nube di Magellano
Crediti : NASAESA and P. Goudfrooij (STScI); Processing: M. H. Özsaraç (Türkiye Astronomi Derneği)

La differenza, infatti, non si vede così ad occhio, ma c’è. Le stelle di NGC 1850 sono tutte veramente giovani, il che le rende assolutamente non comparabili ai nostri ammassi globulari. E non è neanche tutto. Perché questo è un ammasso doppio, con un secondo agglomerato compatto rintracciabile qui alla destra dell’ammasso più grande. Ed ecco la sorpresa: le stelle nell’ammasso grande risultano avere un’età di circa cinquanta milioni di anni, mentre le stelle dell’ammasso secondario appena quattro milioni di anni. Decisamente diverse dalle età degli ammassi globulari della nostra galassia, dove le stelle che li compongono vantano età sensibilmente più elevate, dell’ordine della decina di miliardi di anni.

Questo è il bello di indagare galassie diverse dalla nostra. Le storie che ci narrano le stelle di questi ambienti lontani possono essere anche molto diverse dalla storia della galassia in cui viviamo (che sta indagando bene il satellite Gaia). Questo ci insegna che l’universo è davvero il luogo della varietà e della ricchezza, dove ogni cosa che si osserva, a guardarla bene, ci racconta sempre una storia un poco differente. Che va capita innanzitutto vivendola, addentrandoci piano piano dentro la problematica, in modo quasi esperienziale, non astrattamente teorico. Oserei dire, quasi iniziatico.

Alle albori del XX secolo, il celebre fisico Lord Kelvin affermava: “Ormai non c’è più niente di nuovo da scoprire in fisica; tutto quello che resta da fare sono misurazioni sempre più precise”.

Siamo davvero molto felici che si sia sbagliato.

Così che non ci si finisce mai di stupire.

Loading