Blog di Marco Castellani

Categoria: estensioni

Grafica la tua casella gmail!

Uno dei vantaggi di usare Gmail (devo ricordarmi di aggiungerlo nelle “pillolette” di perchè usare il sistema di posta elettronica di Google), consiste nel fatto che – in maniera ben più rilevante di altri sistemi – questo gode ormai di un proprio “ecosistema” di estensioni e programmi di utilità che gli ruotano intorno, e contribuiscono ad arricchire, spesso in maniera rilevante, l’esperienza utente. Anche con cose che, in effetti, non si sarebbero normalmente pensate. Per un “normale” sistema di posta elettronica, intendo. Non per Gmail, che appunto – piaccia o no – è più un esperimento di comunicazione su grande scala, ormai. 
L’ultima evidenza che ho trovaro di ciò è una piccola ma deliziosa utility chiamata Graph Your Inbox, che si presenta come una estensione per il browser Google Chrome. Come il nome lascia immaginare, è un tool che, una volta istallato, si presenta come un’iconcina sulla barra superiore del browser. Cliccata, permette di effettuare ricerche entro la casella gmail (i dati non vengono comunicati a nessuno, servono solo per le ricerche stesse). 
Il tool Graph Your Inbox in azione nella mia casella…
In effetti il tool è simpatico e funzionale, e può rivelarsi ben più di un giochino, per la sua capacità di rivelare informazioni “sepolte” nel mare magnum dell’archivio dei mail… Difatti, come ben dice la pagina del relativo sito web “Our inboxes contain a tremendous amount of information. Nearly every substantive action we take online generates email, from buying goods to booking flights to social network activity…”; ormai quasi qualsiasi cosa che facciamo genera uno (o più) mail. 
Beh, direi io, non proprio tutto, grazie al cielo…


 263 letture su Stardust

In arrivo Scribfire per Chrome

Con piacere noto che è finalmente in arrivo la versione di Scribfire per il browser Chrome (è appena stata rilasciata la alpha). Scribfire è secondo me uno degli add-on più interessanti per chi voglia inviare messaggi sui propri blog, usando semplicemente il proprio browser. Personalmente lo sto usando da molto tempo attraverso Firefox: ad esempio, da diverso tempo tutti i miei post su GruppoLocale.it vengono redatti con tale eccellente software. 

Delle eccellenti doti di snellezza e velocità di Chrome (e naturalmente di Chromium, il suo corrispettivo Open Source) abbiamo già parlato diverse volte in questa sede. Il divario tra le estensioni di Firefox e quelle disponibili per Chrome è certamente ancora elevato e a vantaggio della Volpe di Fuoco, ma ho la sensazione che le cose stiano rapidamente cambiando. Chi scrive, dopo anni e anni di Firefox, da un pò ha mutato le sue abitudini e eletto Chrome come browser predefinito, sia su Ubuntu che su Mac OS (i suoi due ambienti preferiti). Firefox, bisogna dirlo, è super accessoriato, ha moltissimi altri meriti, ma è sensibilmente più pesante. 

 

Questo post è il primo che scrivo con la versione alpha di Scribfire per Chrome. Mi sembra giusto (ed anche… squisitamente ricorsivo) che venga dedicato proprio a Scribifire. Software che, su Firefox o Chrome, vi inviterei a provare (certo per Chrome ricordatevi che è appunto ancora in fase alpha, ovvero molto preliminare), se siete affezionati alla scrittura su blog, sistematica o occasionale che possa essere… 

Ora, se leggete il post, vuol dire che comunque sta funzionando.. 😉

 280 letture su Stardust

Estensioni per Chrome? Ecco le mie..

Google Chrome, non c’è che dire, mi alletta decisamente: in termini di velocità alla partenza e al rendering delle pagine, al momento non mi sembra possa avere competitori. Ora poi che stanno entrando in funzione anche le estensioni (almeno per Windows e Linux, per il Mac aspettiamo ancora…), diventa un serio pretendente al ruolo di browser principale, almeno secondo me.
E’ vero, non bisogna nemmeno ribadirlo, che le estensioni di Firefox sono ancora insuperate in quanto a quantità e spesso qualità. In ogni caso, la situazione è in fluido movimento, e il settore estensioni di Chome è in “ebollizione”, come si può evincere da una visita al sito apposito che le raccoglie.
Se qualcuno ne avesse curiosità, mi sono divertito qui di seguito a listare quelle che trovo ora istallate e attive sul mio Chrome (si trovano tutte assai rapidamente, cercando nell’apposito box della pagina citata). Dunque in ordine alfabetico (e con il numero di versione affianco) allora abbiamo…

  • Blog This! 0.0.7 (riferimenti a James Bond o causalità?)
    • per postare rapidamente link e porzioni di pagina sulla piattaforma Blogspot

  • Chrome RIL 1.2.0
    • Read It Later, salva le pagine per leggerle successivamente (anche solo il formato testo). Molto comodo anche in congiunzione con l’uso da iPod o da iPhone.

  • Diigo Bookmarks 1.0.3
    • il mio servizio di social bookmark preferito, che consente anche di “evidenziare” porzioni di pagina. Purtroppo l’estensione è ancora lontana dalle potenzialità di quella per Firefox…

  • Gmail Air Skiin 1.0
    • non ricordo quando l’ho messa, non so bene cosa fa… 😉

  • LastPass 1.64.4
    • invalutabile servizio di memorizzazione delle varie password. Una scoperta che mi ha semplificato molto la vita “digitale”…!

  • One Number 1.2.0.9
    • in un “colpo solo” controlla Gmail, Google Reader e Google Wave. Va da sè, per gli “addicted to Google” (come il sottoscritto!)

  • RSS subscription Extensions 1.8.4
    • almeno con questo Chrome si accorge dell’esistenza degli RSS… !

  • Share on Tumblr 1.0.4
    • per postare sulla “mitica” piattaforma di tumblelog Tumblr. Piuttosto matura, sembra abbia praticamente le funzionalità della controparte per Firefox.
Ops. Stavo dimenticando l’ottimo AnyWeather…. !

    Ora avrei bisogno di un tool davvero maturo per il blogging. Ahh se arrivasse Scribfire su Chrome…!! 😉

     346 letture su Stardust

    Nell’estendere, la lotta dei browser…

    Ogni tanto è bene cambiare; almeno in certi ambiti, può essere vero. Uno che passa molte ore al computer considera inevitabilmente come fondamentale il software di navigazione in Internet: il classico browser.

    Non faccio mistero di essere abituato a Firefox da moltissimo tempo. Oggi spinto dalla curiosità, ho cominciato a giocare un pò con Safari sul Mac OS X. In effetti appare veloce, leggero (Firefox non è proprio una piuma, come si sa); la galleria di immagini dei siti preferiti della nuova versione, come pure la cronologia che si sfoglia visivamente, è indubbiamente utile e di grande impatto visivo.

    Non sono riuscito a evitare che ogni tanto aprisse nuove finestre, laddove avrei preferito che si aprissero sempre nuove schede nella stessa finestra, per minimizzare la confusione (con Firefox ci riesco meglio). Tuttavia questo non è un grande problema, chiaramente, basta ricordarsi di premere l’apposito tasto prima di cliccare sul collegamento.

    Che osta all’adottare Safari allora? Beh qualcosa forse c’è… Stasera volevo usare Feedly per leggere i miei feed RSS… beh non potevo, con Safari. Volevo usare Diigo per i miei bookmark online.. e insomma non potevo usare la mia amata toolbar. E Scribfire per scrivere sul blog?

    Capite allora dove voglio andare a finire: la guerra dei browser, a parer mio, si giocherà sempre di più sulle estensioni, quelle piccole ma utili “aggiunte” che permettono di estendere e configurare il sistema come più ci piace (e ci serve). Firefox al momento svetta imbattuto, ma Google Chrome a quanto si vede, si sta rapidamente attrezzando. E non penso che gli altri (Safari, e forse anche IE), resteranno per molto al palo….

    (L’immagine della simpatica “scatolina” di componenti è presa in prestito dal sito di estensioni di Firefox, che ne lista più di cinquemila…)

     324 letture su Stardust,  2 oggi

    Arrivano le estensioni per il browser di Google

    Chromium Blog: Extensions at Google I/O

    As some of you know, it’s already possible to write extensions using the latest developer build of Google Chrome. You can find out more about the system, and learn how to write your first extension, by reading our HOWTO document. We’ve really focused on making extensions as easy as possible to write, so you’ll be up and running in no time.

    Doveva succedere: Chrome, il browser di Google, è snello, veloce, usabile. Il fatto che trattiene me (e credo moltissimi altri appassionati a Firefox) dall’adottarlo come browser principale (almeno quando sono su Windows) è la mancanza di un sistema di estensioni: quelle piccole aggiunte (piccole ma importanti) che permettono sostanzialmente di “costruirsi” un browser su misura, a seconda dei servizi e dei siti che si visitano più di frequente. Ecco che dunque i tecnici di Google, che chiaramente non amano star con le mani in mano, si stanno attrezzando. Signori, in arrivo il sistema di estensioni per Chrome!

    Certo, taluni diranno che ormai Firefox ha un numero di estensioni anche di qualità, difficilmente raggiungibile. Tuttavia l’attenzione agli sviluppatori, l’adozione di standard “facili” per costruire le estensioni (significativo è il “Writing extensions is just like writing web pages”, cito da una slide della presentazione delle estensioni)… tutte cose che fanno ritenere che Chrome potrà diventare ben più “temibile” di quanto è ora, per il browser di casa Mozilla.

    Per i più … avventurosi (!), infine, ecco anche le slides della presentazione del sistema di estensioni. Enjoy!

     267 letture su Stardust

    Foxytunes, la volpe di fuoco diventa… musicale!

    C’e’ tutto un mondo intorno (direbbero i Mattia Bazar)… intendo però, in questa sede, intorno a Firefox! Credo sia la vera forza di questo browser: la miriade di mattoncini, piccoli e meno piccoli, che si possono incastrare nel browser, per rendere la navigazione e la fruizione del web sempre più personalizzabile secondo i propri gusti ed esigenze.

    Ad esempio, una cosa semplice e grandiosa insieme, per me, è Foxy Tunes: permette di controllare una quantità di Media Players direttamente dalla barra inferiore di Firefox. E’ assai ben fatta; presenta comandi per il volume, lo skip dei brani, pausa, stop, etc. Il titolo del brano in ascolto compare pure nelle barra del browser, e si può inviare anche come firma di post su blog (vedi qui sotto); con una piccola aggiunta, in servizi di microblogging come Twitter permette di postare rapidamente non solo il brano, ma anche (volendo) le pagine che si stanno leggendo, e altre cosette similmente amene… molto molto comodo, nell’uso quotidiano…!

    —————-
    Now playing: J.S. Bach – Ouverture (Suite) Nr. 4 D-dur. (BWV 1069) Nikolaus Harnoncourt
    via FoxyTunes

     243 letture su Stardust

    Powered by WordPress & Theme by Anders Norén